anatomia di un post, parte seconda

Non faccio in tempo a scrivere l’anatomia di un post, che Fb mi cambia le carte in tavola 😉

qualcuno faccia qualcosa!!!!!

Stamattina mi collego a Fb e cosa ti trovo????? Hanno aggiunto un nuovo pulsante pulsante cosa provo/cosa faccio nel riquadro del post.

In considerazione del fatto che l’ho vista adesso, la mia analisi sarà veloce e rimando a fra un pò di tempo le mie considerazioni personali, fatemi riprendere dallo shock …

In sintesi Fb ha pensato bene di creare un elenco degli stati d’animo e delle cose che facciamo, così per facilitarci il compito, ma non vi preoccupate se non trovate la vostra potete anche aggiungerne voi, ringraziamo di averci lasciato questa libertà 😉

elenco post

Nell’ordine noi possiamo:

  • provare un qualche sentimento
  • guardare qualcosa alla tv ( ovviamente nell’elenco non c’è nulla di quello che guardo io)
  • leggere ( in testa alle possibilità Il gabbiano Jonathan Livingston)
  • ascoltare musica
  • giocare o suonare

tutto il resto è evidentemente out…..

permettetemi di farvi anche vedere alcuni degli stati d’animo, corredati da relativa emoticons, quando Fb fa qualcosa la fa seriamente, mica bau bau micio micio

stati d'animo post

a presto aggiornamenti, e ovviamente devo realizzare una nuova infografica….

le news selezionate da Mum4parents

Ho pensato di sintetizzare alla fine della settimana alcune tra le notizie relative al mondo delle ICT che per vari motivi mi hanno colpita. Se ve le siete perse eccole qui con un mio brevissimo commento.

“La notizia” della settimana, per me, è Papa Francesco in versione social, durante una incontro con la diocesi di Piacenza si fa scattare una foto insieme a dei ragazzi scout, ditemi se non è adorabile quest’uomo…

ovviamente foto diventata viralissima

http://www.repubblica.it/esteri/2013/08/29/foto/papa_francesco_e_i_giovani_tra_smartphone_e-65483190/1/#1

http://www.repubblica.it/esteri/2013/08/30/foto/papa_social_l_autoscatto_con_bergoglio-65542524/#1

Ringraziamo il ricercatore che si è dato la briga di confermarci scientificamente che prenderci dei giorni lontano dal web, magari passeggiando in montagna fa bene alla nostra creatività . Soprattutto chi lavora a stretto contatto con il web sente tutta l’esigenza di staccare la spina e non solo metaforicamente ;). Io a fine luglio ho salutato i miei contatti Fb con questo post :

“questa settimana i miei compagni mediali saranno i miei libri nuovi e la mia amata Nikon…web bye bye….ho voglia di non-condivisione, ho voglia di cercare le foto che sono nascoste nel mondo, ho voglia di lasciare che il mio pensiero sia condotto solo dalla poesia della lettera stampata… tornerò web… anche meglio di prima e piena di voglia di imparare, condividere, costruire conoscenze con i miei e-amici, piena di idee e progetti…”.

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/13_agosto_26/natura-creativita_8c3c1b88-6568-11e2-a9ef-b9089581fbcf.shtml

E’ proprio vero le foto scattate con l’Iphone possono essere veramente belle, anche se quella che ha vinto somiglia troppo alla foto di Steve Mc Curry…..

http://www.corriere.it/tecnologia/foto/08-2013/iphone-photography/awards2013/ippawards-foto-piu-belle-scattata-l-iphone_9fc5395a-0b1c-11e3-ab6e-417ba0dfe8a6.shtml#1

167 miliardi di minuti di traffico video e voce sono proprio un bel traguardo. Buon compleanno Skype!!!!!

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2013-08-22/skype-arriva-dieci-anni-074124.shtml?uuid=AbFP9KPI

Nel giro di 24 ore prima è arrivato l’allarme Tag malevolo ed è anche cessato. Possiamo tirare un sospiro di sollievo….ma non sarebbe meglio impostare la propria privacy in modo da utilizzare lo strumento di controllo tag????

http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/08/27/news/facebook_tag_cessato_allarme-65360409/?ref=fbpr

Fb ne ha inventata un’altra: gli album collettivi. Appena ne saprò di più vi assicuro un post dedicato

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/tecnologia/2013/08/27/Fb-album-foto-diventano-collettivi-_9204314.html

24 milioni di utenti attivi mensili e 17 milioni giornalieri: questi i dati italiani, aggiornati ad agosto 2013, di Fb. Insomma numeri da tenere in debita considerazione, se si pensa, che secondo Wolfram Alpha, l’Italia ha una popolazione di 61 milioni di abitanti.

http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/08/30/news/facebook-65556537/

Infine la segnalazione di una nuova app. Si sentiva forte l’esigenza di una app dove cercare contatti solo per motivi sessuali, niente sentimento per favore ><. Non mi soffermo oltre sulla notizia, un’unico aspetto mi strappa il sorriso (ovviamente ironico): l’attenzione alla privacy degli iscritti. L’app infatti garantisce  che le foto e le informazioni sono visualizzabili solo dagli iscritti che hanno delle caratteristiche corrispondenti in fatto di preferenze e posizione geografica, eventualmente ci fosse un matto deve essere locale….

http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/08/29/news/sesso_senza_sentimento_ecco_l_app_anti-meetic-65488155/

anatomia di un post

easel.ly

Ciao a tutti!!! Dopo un meritatissimo periodo di riposo ho pensato di ricominciare a scrivere dall’anatomia di un post.

Incontrando i genitori, nei miei laboratori sulle nuove tecnologie, mi sono resa conto che tanti non hanno neppure idea di che cosa sia un post su Fb. Allora eccomi qui a descriverlo.

Intanto di che parliamo? Un post è il messaggio di testo che viene usato nei social network e nei blog. Post è una parola ormai importata nel nostro linguaggio comune, il mio amatissimo Devoto-Oli 2009, anche se un pò datato, riposta la seguente definizione :

post messaggio inviato a un blog o a un gruppo di discussione in internet.

Effettivamente la definizione è un pò poverina, immagino e spero che una versione più recente del dizionario ne porti una più completa, in ogni caso avete capito, il post è il testo che viene pubblicato nel web ed è caratterizzato dall’essere un testo pensato per essere condiviso con altri utenti della rete. Un blogger scrive un post perché spera che qualcuno lo legga e magari lo anche commenti, un utente di fb lo scrive perché vuol comunicare ai suoi amici/conoscenti/contatti ciò che pensa, ciò che fa, oppure vuole condividere contenuti, risorse, immagini.

Come potete vedere dalla infografica che ho realizzato con Ease.ly (uno strumento che mi riprometto di presentarvi presto) un post su Fb è costituito da uno spazio bianco nel quale di solito leggiamo una domanda stimolo a che stai pensando?

“A cosa stai pensando?” vuol essere un input a scrivere qualcosa da condividere, qualcosa che riguarda noi, i nostri sentimenti, ciò che facciamo nel qui ed ora in cui ci colleghiamo al social network.

Il testo scompare appena iniziamo a digitare. Il post di Fb, diversamente da quello di Twitter, non ha nessun limite di caratteri, quindi può essere anche un testo lungo, in questo caso nella bacheca dei contatti ne appare solo una prima parte con “Visualizza altro”, cliccando sulla scritta che appare in azzurro si può leggere tutto il testo

visualizza altro

I post possono essere non solo testi, ma anche foto, video e link o shortlink ad altri post presi dal web. Nel post si possono anche inserire link ipertestuali e hastag, oppure tutte queste cose insieme.

Oltre a scrivere quali sono le altre azioni che possiamo associare al post?

  • Taggare gli amici
  • aggiungere la posizione dalla quale stiamo scrivendo
  • aggiungere file (foto e video)
  • scegliere il pubblico che potrà leggere il nostro post ( vi invito a leggere i miei post precedenti sulla privacy)

E vi ricordo che, secondo me, c’è un limite in ogni post, a volte, potremmo contare fino a dieci, almeno, prima di postare, che ne pensate?